Omero

Odissea

tradotta in napoletano da Elvira Garbato

Isbn 978-88-97741-73-2 | formato 13x21 | 464 pagine | euro 10,00

Le traduzioni in napoletano moderno di testi “classici”, dalla Bibbia a Pinocchio, sembra che godano negli ultimi tempi di una inusitata popolarità. Sarebbe stato troppo facile – sostiene l’autrice – inserire nello stesso filone l’Odissea, motivo per cui, insidiata anche dalla constatazione che l’opera di un suo conterraneo, che l’aveva tradotta nel tardo ’600, è andata perduta, ha deciso di provarci lei, calandosi nel vernacolo dell’epoca, che non le è per niente estraneo.

Elvira Garbato si è occupata della produzione letteraria napoletana, prevalentemente del ’600 e del ’700. Ha pubblicato, con le edizioni Magma di Napoli, un saggio sulla Tiorba a taccone de Felippo Sgruttendio de Scafato, con traduzione in versi della stessa; ha curato per Editrice Gaia, nella collana Parnaso napolitano, i Ciento e uno cunto di Francesco Morlicchio, Lo calateo napolitano (con traduzione) di Nicola Vottiero e Li nnammorate correvate (con traduzione) di Pietro Trinchera. Ha pubblicato articoli su periodici scientifici e divulgativi, sul mondo arabo, e assieme ad Angelo Pesce, il volume Marvel of the Desert – The Camel in Saudi Arabia, con la Immel Publishing di Londra. Sempre con Editrice Gaia, insieme a Redenta Formisano, ha pubblicato il romanzo Biondo menopausa.

Acquista